In fila per quattro

cos nelle lunghe marce snervanti

per i camminamenti

reggendo l'anima con i denti

e nulla poteva fermarli,

non il fuoco nemico,

non la fatica;

in fila, per quattro, a plotoni,

cos sotto le pietre grigie

nel cimitero.

 

In gruppo, con la testa alla trincea

del nemico, per quattro a plotoni,

nell'assalto, ed erano come fanciulli

per gioco, per arrivare prima

e ridevano giungendo la vetta,

tra brividi di baionetta,

fanti allineati all'assalto,

alla riscossa,

ora allineati nella fossa,

Fanti della Regina!

 

Il Colonnello -era burbero e buono-

li aveva chiamati figliuoli.

Che cosa occorreva di pi per morire?

E sono morti allineati,

uno sull'altro,

uno accanto all'altro

come in linea a spiare

sui reticolati

i nemici appiattati.

Cantava la canterina

mitragliatrice,

e quando essa canta dice

con note contorte,

-" io ti porto la morte, la morte, la morte,,-

Ed ora stanno allineati,

nelle tombe cui dato un nome, nei cippi stroncati

in cui non scritto niente

se non l'eroismo palese

della gente pugliese.

E quando la morte venuta

la gloria le stava accanto.

 

 

Non un lamento, non un pianto,

rabbiosi i fucili e le granate,

e poi le nere fumate,

le onde avvelenate.

Solo allora qualche testa contorcendosi come a protesta

si lev sfidando.

- Non cos noi sognammo morire.

Ma sulla trincea nemica,

ma con la baionetta

lucida verso la vetta, con impeto garibaldino,

con l'ansia della battaglia,

tra il fischio della mitraglia,

con le braccia protese,

cos come muore

ogni figlio di terra

pugliese.-

 

Il Colonnello -era burbero e buono-

li aveva chiamati figliuoli.

Ragazzi, oggi questa una porta, c' il tricolore

nessuno passa.Che importa?

per l'Italia che si muore!

 

Dormono i bianchi fanti della Regina,

allineati come in battaglia

Li vigila la croce che un salice abbraccia,

e dice la gente che passa,

segnandosi in faccia,

 

"Qui a Sdraussina gente

di Puglia che morta.

Vedete come muore la gente

nostra?"

Ed il vento che tutto ha veduto,

che nessun gesto ha perduto,

risponde: - muore bene

la gente di Puglia

il fante della Regina.-

 

E le tombe allineate

hanno fremiti , e umano

ogni fremito

e dicono i morti

con voce sorda,

- " se la Patria ricorda

non siamo morti invano...."-

 Gustavo Traglia